Disturbi Alimentari
Disagi Evolutivi
Coppie e Famiglie con problemi di relazione
Disturbi dell'Umore
Disturbi di Personalità
Sessualità
Disturbi d'Ansia
Disturbi Psicosomatici

La Dott.ssa Paola Pedinotti risponde alle vostre domande
respiro (savona, 20-03-2017 17:29:51, Italy) toggle

Gentile dottoressa,
sono un professionista di 39 anni, molto ansioso da sempre.
Da vari anni ho all'improvviso degli attacchi di ansia/panico.
Tutti gli accertamenti compreso visita
cardiologica sono ok.
Gli attacchi che fortunatamente non sono elevati avvengono all’
improvviso e a volte con agitazione, nausea e mal di pancia ed a volte con leggero senso di sbandamento e tachicardia.
Ho notato altresì che questa ansia aumenta quando cambio abitudini: ad esempio quando c’è qualche novità o in prossimità di qualche incontro importante.
Cerco di non farmi condizionare anche perchè poi l'incontro o la nuova cosa
alla fine va bene
Cerco di non evitare nulla, nel senso che se per esempio un giorno ho un
attacco di ansia in un treno il giorno dopo lo prendo di nuovo ma temo che la qualità della mia vita stia peggiorando.
Frequento anche luoghi chiusi ed affollati senza alcun disagio.
Non prendo e non vorrei prendere alcun medicinale.
Che consigli mi può dare?
Grazie


stars email up

super admin Paola Pedinotti, 20-03-2017 18:16:11

Buonasera,

la sua lettera è molto chiara a partire dalla diagnosi e nella descrizione dei sintomi. Ha fatto bene ad eseguire una diagnosi differenziale cioè che escluda ogni eventuale fattore organico all'origine della sua ansia. Lei dice di essere ansioso da sempre e che, nonostante i suoi tentativi di controllare quello che le succede, la sua ansia è cresciuta e si sta manifestando come un attacco di panico. Dalla attenta descrizione dei suoi comportamenti lei pare avere confidenza con le terapie cognitivo comportamentali che aiutano a gestire l'ansia e a rendere gli attacchi di panico meno frequenti cioè dalla sua lettera mi pare di capire che abbia , almeno un po', imparato a convivere con il suo disagio. Sono d'accordo con lei nell'evitare i farmaci, almeno fino a che riuscirà a gestire la situazione. Per avere una vita più libera da paure e tensioni le consiglio una terapia EMDR più efficace nell'andare alle radici del problema. Si tratta di individuare, con l'aiuto di un buon terapeuta, i momenti della sua vita in cui ha imparato ad affrontare situazioni critiche o disagevoli cercando di farcela da solo e senza tenere conto di eventuali vuoti emotivi. Le auguro ogni bene
Paola Pedinotti
Psicologo, Psicoterapeuta, Practitioner EMDR

Powered by ANG 0.6 - Statistiche - xhtml strict 1.0 valid - CSS 2 valid
Load time : 0.04213

Guest Book

Fai la tua domanda alla dottoressa

Creative Commons License

dott.ssa Paola Pedinotti - p. iva n. 02714880164
questa opera e' protetta da una
Licenza Creative Commons - Credits